Seleziona una pagina
LEGGE 39 del 19 dicembre 2019

Sull’intermediazione immobiliare

LEGGE 39 del 19 dicembre 2019

sulla mediazione immobiliare e sugli emendamenti agli atti correlati

(Legge sulla mediazione immobiliare)

Il Parlamento ha approvato la seguente legge della Repubblica ceca:

PRIMA PARTE

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE
§ 1

Oggetto di adeguamento
La presente legge regola alcune condizioni per la fornitura di servizi di intermediazione immobiliare e determinati diritti e obblighi ad essa correlati.

§ 2

Definizione di alcuni termini
Ai fini della presente legge, si applicano le seguenti definizioni:

a) mediazione immobiliare, attività il cui scopo è mediare la conclusione di un contratto immobiliare,

b) un intermediario immobiliare è una persona che, in qualità di imprenditore, fornisce mediazione immobiliare,

c) da un contratto di intermediazione immobiliare, un contratto di intermediazione, con il quale l’agente immobiliare si impegna a mediare la conclusione di un contratto immobiliare,

d) contratto di acquisizione di contratti immobiliari

1. proprietà di beni immobili, o

2. i diritti che il diritto di usare o godere di un bene immobile, appartamento o spazio non residenziale contiene o ad esso connesso, a meno che non si tratti di alloggio.

§ 3

(1) La mediazione immobiliare include sempre la ricerca di chi è interessato a concludere un contratto immobiliare con un richiedente.

(2) La mediazione immobiliare di solito include

a) fornitura di servizi pubblicitari,

b) valutazione delle condizioni dell’immobile ed elaborazione di un progetto di prezzo di offerta,

c) elaborazione di marketing immobiliare,

d) garantire l’ispezione degli immobili,

e) approvvigionamento di documentazione tecnica e di costruzione relativa a beni immobili,

f) mediazione nella fornitura di servizi legali,LEGGE 34 del 19 gennaio 2021

g) mediazione di affidamento al fine di garantire l’adempimento ai sensi del contratto immobiliare.

§ 4

(1) Un intermediario immobiliare non è autorizzato a offrire nell’ambito della mediazione

a) custodia al fine di garantire l’adempimento ai sensi del contratto immobiliare,

b) organizzare la fornitura di tale custodia da parte di qualcuno che non sia una banca, una banca estera operante nella Repubblica Ceca tramite una filiale, un notaio, un avvocato o in connessione con l’esecuzione, giudiziaria o altri procedimenti da parte di un ufficiale giudiziario.

(2) Su richiesta del richiedente presentata per iscritto su un documento separato, l’agente immobiliare può fornire la custodia dei fondi allo scopo di garantire la prestazione ai sensi del contratto immobiliare, se

a) il contratto di custodia è in forma scritta,

b) un conto presso una banca, una banca estera operante nella Repubblica Ceca tramite una filiale o una cooperativa di risparmio e credito (di seguito denominata “banca”), su cui vengono depositati i fondi, è

1. istituito per ogni custode come un deposito separato,

2. intestato a un intermediario immobiliare iscritto al pubblico registro,

c) informa la banca ai sensi della legge sulle banche che il proprietario dei fondi immagazzinati è una terza parte,

(d) annotare ogni custodia nel registro di custodia che include

1.dati identificativi del custode e del destinatario, se il custode o il destinatario è una persona fisica, tutti i nomi e cognomi, numero di nascita e, se non assegnati, data di nascita, luogo di nascita, sesso, residenza permanente o altro e cittadinanza; nel caso di una persona fisica che esercita un’attività imprenditoriale, anche la ragione sociale, distinguendo l’appendice o altra designazione, la sede dell’attività e il numero di identificazione della persona; se è rappresentato il custode o il destinatario, anche questa informazione sul suo rappresentante; se la persona giuridica è una ragione sociale o una ragione sociale, incluso un supplemento distintivo o altra designazione, sede legale, numero di identificazione della persona o un numero simile assegnato all’estero; nel caso di una persona fisica che è un membro del suo organo statutario, dati per stabilire e verificare la sua identità; se del caso, i dettagli del rappresentante della persona giuridica che ha agito nel caso,

2. informazioni sull’ammontare dei fondi e sull’unità monetaria,

3. data di accettazione dei fondi in custodia,

4. informazioni sulla durata della custodia, o le condizioni stabilite dall’intermediario immobiliare per l’emissione di fondi dalla custodia al depositario o al beneficiario, e le modalità per provare l’adempimento di queste condizioni all’intermediario immobiliare,

5. la designazione del conto o dei conti su cui o da cui devono essere rilasciati i fondi in custodia al beneficiario e i dati identificativi della persona che ne è il proprietario, se non è il beneficiario,

6. data di emissione dei fondi al depositario o beneficiario.

(3) L’accettazione dei fondi in custodia e la loro emissione dalla custodia è possibile solo tramite trasferimento non in contanti; altrimenti i fondi non possono essere trasferiti.

(4) Contemporaneamente alla fornitura della prima custodia di fondi al fine di garantire le prestazioni ai sensi del contratto immobiliare, l’intermediario immobiliare informerà l’ufficio municipale delle licenze commerciali di questo fatto.

(5) Un intermediario immobiliare non è autorizzato a utilizzare i fondi nel conto di custodia se non in conformità con lo scopo del contratto immobiliare.

§ 5

(1) Un agente immobiliare deve essere di buona reputazione 1 ) . Ai fini della presente legge, una persona che è stata condannata per un reato commesso intenzionalmente o per un reato commesso per negligenza in connessione con la fornitura di mediazione immobiliare non sarà considerata innocente se non si considera che abbia stato condannato.

(2) Se un intermediario immobiliare è una persona giuridica, il suo vero proprietario deve essere di buona reputazione in conformità con la legge su determinate misure contro la legalizzazione dei proventi di crimini e finanziamenti del terrorismo e una persona fisica che è un membro del suo statuto organo, un rappresentante della persona giuridica in tale organo o in una posizione simile a quella di un membro di un organo statutario.

(3) Prima di essere nominata in carica, una persona fisica è tenuta a notificare ai fondatori di una persona giuridica o ente autorizzato a nominarlo in carica se soddisfa il requisito di integrità. Qualora il requisito di onorabilità venga a mancare successivamente alla nomina in carica, la persona fisica deve darne comunicazione senza indebito ritardo all’agente immobiliare, o anche a chi lo ha autorizzato a svolgere la funzione.

(4) Un intermediario immobiliare deve rimuovere senza indebito ritardo una persona fisica che non soddisfa il requisito della buona fede dalla posizione di membro dell’organo statutario o dalla posizione di una posizione simile di un membro dell’organo statutario come non appena impara, a meno che la sua funzione o posizione non sia scaduta diversamente.

(5) Una persona giuridica che è membro dell’organo statutario di un intermediario immobiliare revoca senza indebito ritardo l’autorizzazione della persona fisica che la rappresenta nell’esercizio delle sue funzioni non appena apprende di aver cessato di soddisfare il requisito di integrità e affida la rappresentanza a un’altra persona fisica. Se la persona giuridica non adempie a tale obbligo, l’agente immobiliare lo rimuove dall’incarico senza indebito ritardo dopo aver appreso di questo fatto.

§ 6

(1) L’ integrità deve essere dimostrata per i cittadini della Repubblica Ceca da un estratto del registro penale e per le persone che sono cittadini di un altro Stato membro dell’Unione europea, documenti ai sensi del § 46 par. a) della legge sulle licenze commerciali. Nel caso di persone che non sono cittadini della Repubblica Ceca o di un altro Stato membro dell’Unione europea, l’integrità è dimostrata dai documenti ai sensi del § 46 par. b) della legge sulle licenze commerciali e un estratto degli atti del registro penale, a meno che non si tratti di persone in possesso di un permesso di soggiorno permanente nella Repubblica ceca; dimostrano l’integrità così come i cittadini della Repubblica ceca.

(2) Ai fini della valutazione dell’integrità, l’Ufficio delle licenze commerciali ha il diritto di richiedere una copia della decisione finale al tribunale. Se la decisione non contiene fatti decisivi per la valutazione dell’integrità, l’Ufficio delle licenze commerciali ha il diritto di ispezionare le parti del fascicolo penale che contengono tali fatti. Nel caso in cui la decisione sia stata emessa da un tribunale di uno Stato estero, l’Ufficio delle licenze commerciali ha il diritto di richiedere alla persona di cui al paragrafo 1, seconda frase, la presentazione di una copia della decisione finale del tribunale.

(3)Al fine di accertare il rispetto degli obblighi di cui all’art. 5, comma 2, il Ministero della Giustizia consente all’Ufficio delle Licenze di Commercio l’accesso a distanza ai dati sul titolare effettivo ai sensi della normativa che disciplina i pubblici registri delle persone fisiche e giuridiche. Se il vero proprietario non può essere accertato da questi dati, l’agente immobiliare deve, su richiesta dell’Ufficio delle licenze commerciali, presentare un estratto del registro simile al registro dei dati sui beneficiari effettivi e, se non inserito in tale registro, una dichiarazione solenne attestante i dati identificativi di tutti i suoi aventi diritto economico. L’intermediario immobiliare, su richiesta dell’Ufficio Licenze Commerciali, è tenuto a fornire i documenti ai sensi della Sezione 5, Comma 2, Lettera a) ob) della legge sulle licenze commerciali, ad eccezione di un estratto del registro penale e una copia della decisione finale di un tribunale di uno stato estero ai sensi del paragrafo 2.

Assicurazione per mediatori immobiliari
§ 7

(1) Un intermediario immobiliare deve essere assicurato per l’intero periodo della sua attività in caso di obbligo di risarcimento del richiedente per i danni causati dalla mediazione immobiliare, con un limite di indennizzo di almeno CZK 1750000 per evento assicurato e al almeno CZK 3500000 in caso di concomitanza di più eventi assicurati in un anno.

(2) L’ assicurazione ai sensi del paragrafo 1 deve essere stipulata con un assicuratore che ha il diritto di gestire questa assicurazione nella Repubblica Ceca secondo la legge che disciplina l’assicurazione e deve essere organizzata in modo che la compartecipazione, se concordata, non superi CZK 5.000 o 1% dell’indennità assicurativa.

(3) L’ assicuratore può risolvere l’assicurazione obbligatoria ai sensi del paragrafo 1 solo per i motivi indicati nelle disposizioni del codice civile che disciplinano il contratto di assicurazione.

(4) L’ intermediario immobiliare deve presentare una copia o una copia ufficialmente certificata del presente contratto al Ministero per lo Sviluppo Regionale (di seguito “Ministero”) entro 10 giorni lavorativi dalla data di conclusione del contratto di assicurazione. L’intermediario immobiliare procede in modo analogo ad ogni modifica del contratto di assicurazione, che influisce sulla variazione del limite di indennità assicurativa o dell’importo della compartecipazione concordata, e in caso di risoluzione o recesso dal contratto di assicurazione, il Ministero lo informa.

(5) I limiti dell’indennità assicurativa ai sensi del paragrafo 1 sono ridotti al 50% dagli intermediari immobiliari che, sulla base di un contratto concluso per iscritto con un’altra persona giuridica che è un intermediario immobiliare, hanno il diritto di fornire beni immobili intermediazione solo per conto di tale persona giuridica o per proprio conto utilizzando il nome commerciale o il marchio di tale persona giuridica.

§ 8

(1) L’ intermediario immobiliare, su richiesta, presenta all’interessato un’assicurazione a conferma della conclusione del contratto di assicurazione ai sensi della Sezione 7.

(2) Ai sensi del § 7 par.

Contratto di intermediazione immobiliare
§ 9

(1) Un intermediario immobiliare fornisce mediazione immobiliare sulla base di un contratto di mediazione immobiliare.

(2) Un contratto di mediazione immobiliare richiede una forma scritta. Solo il richiedente può sollevare un’obiezione di nullità del contratto per mancanza di forma.

§ 10

(1) Il contratto di mediazione immobiliare contiene anche

a) un’indicazione dell’oggetto del trasferimento o dell’oggetto dell’uso o del godimento

b) l’ importo del prezzo di acquisto, affitto o altra remunerazione, o il metodo per la loro determinazione, se il contratto immobiliare è a titolo oneroso,

c) l’ importo della commissione o il metodo per la sua determinazione.

(2) Se, al momento della conclusione di un contratto di mediazione immobiliare, uno dei dati di cui al paragrafo 1 lettera a) ob) è noto, deve essere concordato almeno in modo generale.

(3) Se il contratto di mediazione immobiliare non contiene dati ai sensi del paragrafo 1, non è valido. Un’eccezione di nullità può essere sollevata solo dal richiedente.

§ 11

(1) Un intermediario immobiliare deve consegnare al richiedente per l’acquisizione della proprietà l’immobile, o un diritto che contiene o è associato al diritto di utilizzare o godere dell’immobile, appartamento o spazio non residenziale, non più tardi rispetto al giorno di conclusione del contratto di mediazione immobiliare oggetto di mediazione immobiliare, se in esso risulta iscritto l’immobile di cui tale soggetto fa parte. Se l’oggetto del trasferimento, o l’oggetto di uso o di godimento non è iscritto come unità nell’elenco pubblico, l’agente immobiliare consegna all’interessato un estratto dell’elenco pubblico in cui l’immobile di cui questa l’oggetto è una parte è registrato.

(2) Un estratto dell’elenco pubblico ai sensi del paragrafo 1 deve dimostrare lo stato registrato in questo elenco non più di 3 giorni lavorativi prima del giorno della conclusione del contratto di mediazione immobiliare. Tale dichiarazione può essere ottenuta anche da remoto e, per essere allegata al contratto di intermediazione immobiliare, convertita in forma cartacea mediante semplice stampa.

(3) Se l’intermediario immobiliare non consegna la dichiarazione all’interessato ai sensi del comma 1, l’interessato ha diritto di recedere dal contratto di mediazione immobiliare entro 14 giorni dal giorno della sua conclusione.

§ 12

Obbligo di informazione
(1) Un intermediario immobiliare è tenuto a fornire alla persona interessata ad acquisire la proprietà di un bene immobile, o un diritto che contiene o è associato al diritto di utilizzare o godere di un bene immobile, appartamento o spazio non residenziale, informazioni su vizi e vincoli specifici relativi all’oggetto del trasferimento, ovvero all’oggetto d’uso o godimento risultante dagli elenchi pubblici, nonché quelli di cui l’agente immobiliare conosceva o avrebbe dovuto conoscere in considerazione della sua competenza professionale.

(2) Se il contratto di intermediazione immobiliare contiene un accordo ai sensi del § 10 paragrafo 2, l’intermediario immobiliare deve fornire all’interessato informazioni su difetti e restrizioni specifici relativi all’oggetto del trasferimento o oggetto di uso o godimento ai sensi al paragrafo 1 e fornirgli un estratto dell’elenco pubblico ai sensi del § Articolo 11 (1) entro 14 giorni dalla data in cui il soggetto specifico del trasferimento o l’oggetto dell’uso o del godimento è noto al richiedente e l’agente immobiliare.

(3) Un intermediario immobiliare fornisce all’interessato le informazioni sull’importo della commissione o sulle modalità della sua determinazione se è stato concordato in un contratto di intermediazione immobiliare concluso tra un intermediario immobiliare e un terzo per lo stesso oggetto di trasferimento o oggetto di utilizzo o godimento.

(4) Se l’intermediario immobiliare non fornisce all’interessato le informazioni ai sensi dei commi 1 e 3 al più tardi al momento della conclusione di un contratto di intermediazione immobiliare o le informazioni ai sensi del paragrafo 2 entro e non oltre 14 giorni dalla data in cui lo specifico soggetto di cessione o oggetto di uso o godimento sia noto all’interessato, il richiedente può recedere dal contratto di mediazione immobiliare.

§ 13

Se il richiedente ha dichiarato di aver letto i documenti di cui al contratto di intermediazione immobiliare, e se le circostanze fanno sorgere seri dubbi sul fatto che ciò sia realmente accaduto, l’agente immobiliare deve provare tale fatto.

§ 14

Il contratto di mediazione immobiliare non può imporre all’interessato che è un consumatore l’obbligo di concludere un contratto immobiliare o un contratto alla conclusione di un futuro contratto immobiliare.

§ 15

Il contratto di intermediazione immobiliare non può essere incluso nello stesso documento del contratto immobiliare. Un’eccezione di nullità può essere sollevata solo dal richiedente. L’eccezione di nullità non pregiudica i diritti e gli obblighi delle parti ad altri contratti contenuti nel documento di cui al primo periodo.

§ 16

Una cambiale o un assegno non possono essere utilizzati per adempiere o garantire l’adempimento di un debito derivante da un contratto di intermediazione immobiliare concluso tra un intermediario immobiliare e un consumatore richiedente.

§ 17

Intermediazione immobiliare esclusiva
(1) Per mediazione immobiliare esclusiva si intende un accordo tra un intermediario immobiliare e una parte interessata concluso in merito a uno specifico oggetto di trasferimento o oggetto di uso o godimento consistente nel limitare il diritto del richiedente di concludere un contratto di intermediazione immobiliare sullo stesso argomento di trasferimento o oggetto di uso o godimento con altro intermediario immobiliare, nonché il diritto del richiedente di concludere un contratto immobiliare senza la collaborazione di un agente immobiliare.

(2) Un accordo di mediazione immobiliare esclusiva può avere effetto al più presto il giorno della conclusione di un contratto di mediazione immobiliare tra le stesse parti contraenti e in relazione allo stesso oggetto di trasferimento, o oggetto di uso o godimento.

(3) La Sezione 9 (2) e la Sezione 13 si applicano mutatis mutandis a un accordo di intermediazione immobiliare esclusiva, che non è inclusa nel contratto di intermediazione immobiliare.

(4) La mediazione immobiliare esclusiva può essere concordata con una parte interessata che è un consumatore solo per un periodo di tempo determinato, ma per un periodo massimo di 6 mesi. Questo periodo può essere prolungato ripetutamente. La proroga può essere concordata non prima di 30 giorni prima della scadenza del periodo concordato.

§ 18

Risoluzione
Se la mediazione immobiliare è stata concordata con il consumatore per un periodo indefinito, il periodo di preavviso non può superare 1 mese.

§ 19

Commissione
(1) Salvo diversa indicazione, la commissione è pagabile al più presto il giorno della conclusione del contratto immobiliare.

(2) La data di scadenza della commissione può essere concordata in modo che avvenga prima del giorno della conclusione del contratto immobiliare o prima di soddisfare la condizione sospensiva del contratto immobiliare, solo se il contratto di intermediazione immobiliare contiene istruzioni che la data di scadenza della provvigione non è vincolata alle condizioni del contratto immobiliare sospensive per l’efficacia del contratto immobiliare. In questi casi, la scadenza della provvigione può essere prima collegata alla previsione di un’opportunità per l’interessato di concludere un contratto immobiliare.

(3) Se un anticipo sulla commissione è concordato con l’interessato che è un consumatore, non può ammontare a più di due terzi della commissione concordata.

(4) Se il contratto era alla cui chiusura riguardava l’emergere della giusta commissione di intermediazione immobiliare, chiuso per inattività, cattiva condotta o mancato coordinamento adeguato dell’intermediario immobiliare alla risoluzione dell’obbligo contrattuale dell’intermediazione immobiliare , ha un agente immobiliare il diritto di richiedere una commissione dopo i candidati che sono consumatori.

§ 20

Controllo
(1) Il controllo sul rispetto degli obblighi di cui al § 5 deve essere esercitato dalle autorità municipali per il rilascio delle licenze commerciali. L’Ufficio delle licenze commerciali ha il diritto di richiedere un estratto dal registro penale in conformità con la legge sul registro penale. La domanda per il rilascio di un estratto del casellario giudiziario e di un estratto del casellario giudiziario deve essere presentata in formato elettronico in modo tale da consentire l’accesso a distanza.

(2) Il controllo sul rispetto degli obblighi di cui al § 4 deve essere esercitato dalle autorità municipali per il rilascio delle licenze commerciali.

(3) Il Ministero esercita il controllo sul rispetto degli obblighi di cui alla Sezione 7, Paragrafi 1, 2 e 4.

(4) L’ Ufficio per le licenze commerciali revoca la licenza commerciale a un agente immobiliare che non garantisce che il suo vero proprietario sia una persona che soddisfa le condizioni di onorabilità ai sensi del § 5 paragrafo 1, o non revoca una persona fisica ai sensi al § 5 comma secondo.

§ 21

Reati
(1) Una persona giuridica o una persona fisica impegnata in attività come intermediario immobiliare commette un reato:

a) non adempie a uno degli obblighi di cui al § 4,

b) non è assicurato ai sensi del § 7 par.1 o 2, o

c) non adempie ad uno degli obblighi di cui alla Sezione 7, Paragrafo 4.

(2) Può essere inflitta un’ammenda per un reato

a) fino a 500.000 CZK, se si tratta di un reato di cui al comma 1 lettera e),

b) fino a CZK 1000000, se si tratta di un reato di cui al comma 1 lettera b),

c) fino a 100.000 CZK, se si tratta di un reato di cui al comma 1 lettera C).

§ 22

Negoziazione di reati
Reati ai sensi del § 21 comma 1 lett. a) discusso dalle autorità municipali per il rilascio delle licenze commerciali. Reati ai sensi del § 21 comma 1 lett. b) ec) sono discussi dal Ministero.

§ 23

Disposizioni temporanee
1. Rapporti legali sorti prima della data di entrata in vigore della presente legge, nonché i diritti e gli obblighi da essa derivanti, compresi i diritti e gli obblighi derivanti da violazioni dei contratti ai fini dell’intermediazione immobiliare conclusi prima della data di entrata in vigore della presente legge è disciplinata dalla legge vigente.

2. Imprenditore che, prima della data di entrata in vigore della presente legge, ha fornito servizi di intermediazione immobiliare nell’ambito del commercio dichiarando gratuitamente “Produzione, commercio e servizi non elencati negli allegati da 1 a 3 della legge sulle licenze commerciali” elencati nell’Allegato n. . 4 alla legge n. 455/1991 Coll., Sulle licenze commerciali (legge sulle licenze commerciali), come modificata prima della data di entrata in vigore della presente legge, è obbligata a soddisfare la condizione di cui al § 7 paragrafi 1 e 2 della presente Agire entro e non oltre 2 mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.

SECONDA PARTE

Modifica alla legge sulle licenze commerciali
§ 24

Legge n. 127/2014 Coll., Legge n. 140/2014 Coll., Legge n. 267/2014 Coll., Legge n. 206/2015 Coll., Legge n. 267/2015 Coll., Legge n. 88 / 2016 Coll., Legge n. 91/2016 Coll., Legge n. 126/2016 Coll., Legge n. 188/2016 Coll., Legge n. 229/2016 Coll., Legge n. 258/2016 Coll., Legge Legge n. 304/2016 Coll., Legge n. 64/2017 Coll., Legge n. 65/2017 Coll., Legge n. 183/2017 Coll., Legge n. 193/2017 Coll., Legge n. 204/2017 Coll., Legge n. 261/2017 Coll., Legge n. 289/2017 Coll., Legge n. 111/2018 Coll., Legge n. 171/2018 Coll., Legge n. 176/2019 Coll., Legge n. . 255/2019 Sb. e la legge n. 277/2019 Coll., è modificata come segue: 304/2016 Coll., Legge n. 64/2017 Coll., Legge n. 65/2017 Coll., Legge n. 183/2017 Coll., Legge n. 193/2017 Coll., Legge n. 204/2017 Coll. , Legge n. 261/2017 Coll., Legge n. 289/2017 Coll., Legge n. 111/2018 Coll., Legge n. 171/2018 Coll., Legge n. 176/2019 Coll., Legge n. 255 / 2019 Sb. e la legge n. 277/2019 Coll., è modificata come segue: 304/2016 Coll., Legge n. 64/2017 Coll., Legge n. 65/2017 Coll., Legge n. 183/2017 Coll., Legge n. 193/2017 Coll., Legge n. 204/2017 Coll. , Legge n. 261/2017 Coll., Legge n. 289/2017 Coll., Legge n. 111/2018 Coll., Legge n. 171/2018 Coll., Legge n. 176/2019 Coll., Legge n. 255 / 2019 Sb. e la legge n. 277/2019 Coll., è modificata come segue:

1. Nell’allegato n. 2 “Operazioni vincolate” nella colonna 1, viene inserita una nuova operazione “Intermediazione immobiliare” dopo la compravendita “Attività di consulenti contabili, contabilità, tenuta dei registri fiscali”, nella colonna 2 è inserito un nuovo testo

” (A) l’istruzione superiore in un corso di laurea magistrale in giurisprudenza, economia, economia, finanza o marketing e commercio, o in un’università non inclusa nel campo dell’istruzione,

b) istruzione universitaria in un programma di laurea, 1 anno di esperienza e completamento di un corso riconosciuto a livello internazionale ai sensi della sezione 60a della legge n. 111/1998 Coll. con un focus sugli immobili organizzati presso un istituto accreditato dallo stato,

c) istruzione universitaria, professionale superiore o secondaria con un esame di fine studi e 3 anni di esperienza nel settore o

d) qualifiche professionali per l’attività di intermediario immobiliare ai sensi della legge sul riconoscimento dei risultati dell’istruzione superiore *) “

e nella colonna 3, è inserito un nuovo testo “*) Legge n. 179/2006 Coll., come modificato”.

2. Nell’allegato n. 4 “LIBERO SCAMBIO”, il campo di attività 58 recita come segue:

” 58. Acquisto, vendita, amministrazione e manutenzione di beni immobili”.

3. Nell’Allegato n. 5 “Elenco dei mestieri, il cui svolgimento è obbligato a garantire l’imprenditore solo da persone fisiche che possiedono competenze professionali e qualifiche professionali per lo svolgimento di tali attività” nella colonna 1, viene inserito un nuovo mestiere dopo il commercio “Commercio di animali da compagnia” “Intermediazione immobiliare”,

il nuovo testo viene inserito nella colonna 2

” (A) istruzione superiore ottenuta in un corso di laurea magistrale nel campo dell’istruzione Diritto, nel campo dell’istruzione Economia con particolare attenzione all’economia, finanza o marketing e commercio o nel campo dell’edilizia Costruzione con particolare attenzione alla costruzione o alla preparazione e l’edilizia, o un’istruzione superiore simile, ottenuta studiando in un’università non inclusa nel campo dell’istruzione,

b) istruzione universitaria, professionale superiore o secondaria con esame di fine studi e 1 anno di esperienza sul campo,

c) qualifiche professionali per l’attività di intermediario immobiliare ai sensi della legge sul riconoscimento dei risultati dell’istruzione superiore *),

d) prova di tre anni di esperienza nel settore in una posizione indipendente (art. 420 c.c.) o in un rapporto di lavoro, oppure

e) prova del riconoscimento delle qualifiche professionali ai sensi di un’apposita normativa di legge **) “

e il nuovo testo viene inserito nella colonna 3

„*) Legge n. 179/2006 Coll., Come modificata

**) Legge n. 18/2004 Coll., Come modificata ”.

§ 25

Disposizioni temporanee
1. Un imprenditore che, prima della data di entrata in vigore della presente legge, era autorizzato a fornire servizi di intermediazione immobiliare nell’ambito del commercio riportando gratuitamente “Produzione, commercio e servizi non elencati negli Allegati da 1 a 3 della Legge sulle licenze commerciali” e intende per continuare a fornire servizi di intermediazione immobiliare sono necessari mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, per notificare all’Ufficio delle licenze commerciali il commercio abbinato “Mediazione immobiliare” e per documentare i documenti comprovanti l’adempimento del requisito di idoneità professionale per l’operazione di questo commercio vincolato, altrimenti alla scadenza di questo periodo Le azioni eseguite ai sensi della prima frase non sono soggette a spese amministrative.

2. L’ intermediario immobiliare è tenuto a garantire il rispetto degli obblighi di cui alla Sezione 7, Paragrafo 6 della Legge n. 455/1991 Coll., Come modificato dalla Legge n. 356/1999 Coll., Legge n. 167/2004 Coll., Legge n. 130/2008 Sb. e legge n. 289/2017 Coll., entro e non oltre 2 anni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

PARTE TERZA

Modifica della legge bancaria
§ 26

Nella sezione 41e della legge n. 21/1992 Coll., Sulle banche, come modificata dalla legge n. 16/1998 Coll., Legge n. 165/1998 Coll., Legge n. 319/2001 Coll., Legge n. 126 / 2002 Coll., Legge n. 433/2008 Coll., Legge n. 156/2010 Coll. e la legge n. 41/2011 Coll., alla fine del testo del paragrafo 6, saranno aggiunte le parole “o denaro ricevuto da un intermediario immobiliare per custodia ai sensi della legge sulla mediazione immobiliare”.

PARTE QUARTA

EFFICIENZA
§ 27

La presente legge entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2020.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 190/2020 Coll. Arte. II
1. Un imprenditore che è una persona fisica che, dopo la data di entrata in vigore della presente legge, inizia l’attività di mediazione immobiliare ai sensi della legge n. 39/2020 Coll. ed è autorizzato a fornire questa attività sulla base di un contratto concluso per iscritto con una persona che è un agente immobiliare, solo per conto di tale persona oa proprio nome con un uso inconfondibile del nome commerciale o del marchio di tale persona , può fornire servizi di intermediazione immobiliare sulla base del libero scambio. Acquisto, vendita, amministrazione e manutenzione di beni immobili “, ma non oltre 6 mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. Allo scadere di questo periodo scade la sua autorizzazione a fornire servizi di intermediazione immobiliare nell’ambito di detto scambio di registrazione gratuita.

2. Un imprenditore che fornisce servizi di intermediazione immobiliare ai sensi del punto 1 non è autorizzato a fornire la custodia dei fondi allo scopo di garantire la prestazione ai sensi di un contratto immobiliare o alle condizioni specificate nella sezione 4, paragrafo 2 della legge n. 39/2020 Coll. . Violando questa condizione, commette un reato per il quale una multa fino all’importo ai sensi del § 21 par. a) della suddetta legge.

Link utili:

Studio Praga

Start up in Repubblica Ceca per Società

Traduzioni Ceco

Traduzioni giurate italiano-ceco e ceco-italiano

Targa Ceca

Pratiche auto in Repubblica Ceca, immatricolazioni auto italiane e tedesche

Venice web agency

Sviluppo siti internet dinamici

Do Benatek

Překlady Italština

 Traduzioni asseverate italiano ceco di diplomi, bilanci di società ecc.

Gestioni Praga

Gestione di condomini, alberghi

Hotel Trevi

Centrale, tutte le camere sono con wifi e bagno privato

Società Ceche

Costituzione società commerciali in Repubblica Ceca

Società Praga

Iniziare una attività commerciale a Praga

Traduzioni Ceco

Traduzioni di certificati di nascita e di dichiarazioni di parternità

Italstina Preklady

Traduzioni giurate ed asseverate

Gestione fiduciaria

Costituzione di fondi patrimoniali dove è possibile apportare contanti, azioni, immobili o altri beni di valore.

Società Cechia

Costituzione di società a Responsabilità limitata in Repubblica Ceca a Praga o a Plzen.

Open chat